Home Edicola Grattarola: non c'è ancora l'intesa sono da collocare sette lavoratori – Intervista a Mauro Crimella

Foto fillea

foto0155.jpg P1290178.jpg P1290115.jpg rP1290480.jpg max e beppe.JPG P3310086.jpg roma3.jpg D3C_1505.jpg P1020300.jpg rP1290535.jpg
Notizie - Ultime
Parlamento: approvata, in via definitiva, la legge delega sul Jobs Act
Fillea - Giovedì 04 Dicembre 2014
In data 3 dicembre 2014, è stato approvata dal Senato, in via definitiva, la legge delega sul Jobs Act , così come era stata modificata dalla Camera dei deputati il 25 novembre 2014. A breve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale
Leggi tutto...
Notizie - Ultime
ASpI: aumento della durata
Fillea - Giovedì 04 Dicembre 2014

Si ricorda che per effetto dell’art. 2, della Legge n. 92/2012, (c.d. Riforma del Mercato del Lavoro), a partire dal 1° gennaio 2015 la durata del trattamento di ASpI sarà la seguente:

Leggi tutto...
Notizie - Ultime
27 novembre 2014: scendono in piazza le costruzioni
Fillea - Lunedì 24 Novembre 2014

11.11.14 Al sesto anno consecutivo di crisi del settore delle costruzioni appare ormai evidente che le ricette messe in atto finora per contrastarla siano state fallimentari. e sole politiche dei tagli sulla spesa degli investimenti e di allentamento delle regole non producono lavoro.

Leggi tutto...
Notizie - Ultime
Sciopero generale CGIL e UIL il 12 dicembre. Camusso, non ci rassegnamo, arrivederci al 12
Fillea - Mercoledì 19 Novembre 2014

Sciopero generale di Cgil e Uil per la giornata del 12 dicembre. E' questo l'esito dell'incontro tra i leader sindacali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, che si è tenuto a margine del congresso della Uil. La Cisl conferma il solo "sciopero unitario" del pubblico impiego, che sarà deciso dalle categorie. La Cgil posticipa così lo Sciopero Generale già proclamato per venerdì 5 dicembre.

Attachments:
volantino[ ]2906 Kb
Leggi tutto...
Notizie - Ultime
CGIL: Camusso, il 5 dicembre sciopero generale di 8 ore
Fillea - Mercoledì 12 Novembre 2014
Otto ore di sciopero generale per venerdì 5 dicembre con manifestazioni a livello territoriale contro la Legge di Stabilità e il Jobs Act. E' quanto proposto dalla Segreteria della CGIL al Comitato Direttivo Nazionale ancora in corso a Roma. A riferirlo è  il segretario generale della CGIL, Susanna Camusso auspicando che Cisl e Uil “convergano” sulla decisione di una mobilitazione generale e sulla data.
Leggi tutto...
Grattarola: non c'è ancora l'intesa sono da collocare sette lavoratori – Intervista a Mauro Crimella PDF Stampa E-mail
Scritto da Fillea   
Giovedì 28 Gennaio 2010 18:54
AddThis Social Bookmark Button

Ad aprile saranno 27 i dipendenti "usciti" dall'impresa ma il quadro non è definito

CORTENOVA Saranno 27 i lavoratori che entro la fine di aprile avranno lasciato la Grattarola di Cortenova. In base ad un accordo siglato tra le parti (azienda e sindacato) lo scorso autunno, diciassette persone sono già uscite dal ciclo produttivo, accedendo ad un percorso di prepensionamento attraverso la mobilità e agli incentivi all'esodo. Altre tre persone sono uscite volontariamente dall'azienda, tra cui una donna: «Che ha deciso di lasciare il lavoro e di rimettersi sui libri - spiega Mauro Crimella della Cgil - altre persone hanno visto nella mobilità un'occasione per mettersi in proprio ed aprire attività di agriturismo o dedicandosi all'allevamento e all'agricoltura, aprendo aziende agricole e avvalendosi di un'esperienza consolidata in queste zone montane».

Mauro Crimella

Mancano all'appello sette persone e proprio su queste si sta avviando un muro contro muro: «Abbiamo presentato una proposta all'azienda - spiega Crimella - perché siamo riusciti a trovare quattro persone che sarebbero disposte ad accedere alla mobilità, nonostante non abbiano ancora i requisiti anagrafici per accedere al prepensionamento. Tuttavia l'azienda non sembra predisposta ad accettarla. Il timore è che i vertici di Grattarola abbiano intenzione di sfruttare questa mobilità per eliminare dal ciclo produttivo i lavoratori più “scomodi”. Ma noi non siamo affatto favorevoli a questa strategia, per questo abbiamo già richiesto un incontro per capire cosa voglia fare l'azienda e quali siano i suoi piani».
L'incontro che si svolgerà nelle prossime settimane sarà anche l'occasione per discutere delle prospettive industriali della Grattarola. L'azienda ha circa 120 dipendenti e il dimagrimento era stato programmato per permettere all'azienda di risparmiare sulla forza lavoro ed investire in nuove attività produttive ed innovazione tecnologica, dando la possibilità alla Grattarola di riposizionarsi sul mercato, avviare un processo di commercializzazione alla volta di nuovi mercati, soprattutto nell'Est Europa

da laprovinciadilecco

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Gennaio 2010 09:49
 
 

Prossimi eventi

Nessun evento
Visitatori dal 01/06/2009
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter

NewsLetter

Nome:

Email: